UNIONE EUROPEA - Fondo Sociale Europeo - Fondo Europeo di Sviluppo Regionale
Agenzia per la Coesione Territorale
ENEA - Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile
PON - Governance e capacità istituzionale

Banca dati italiana LCA, BDI-LCA

BDI-LCA rappresenta uno strumento strategico per promuovere eco-innovazione e per supportare azioni di economia circolare lungo le filiere produttive nazionali.

La banca dati è in fase di sviluppo e viene costantemente aggiornata con il procedere degli studi di filiera previsti dal progetto. Sarà completata entro aprile 2023 con circa 50 dataset relativi ai prodotti e ai processi analizzati. Per visionare i dataset elaborati è necessario registrarsi, seguendo le istruzioni presenti nella pagina della banca dati in basso a sinistra.

Banca dati italiana LCA, BDI-LCA

La banca dati italiana LCA BDI-LCA è disponibile al seguente indirizzo: bancadatiitalianalca.enea.it
(la banca dati è in continuo aggiornamento)

MEdit (Metadata Edit) è uno strumento per lo sviluppo dei metadati del dataset in formato ILCD (International Reference Life Cycle Data) che possono essere importati nella Banca Italiana LCA di Arcadia, contestualmente al dataset in formato ILCD da software LCA (manuali per l’utente nell’area download).

La banca dati italiana LCA è rivolta ai seguenti soggetti:

  • Pubbliche Amministrazioni che possono accedere a dati nazionali rappresentativi in grado di supportarli nello sviluppo e applicazione degli appalti verdi e delle azioni previste dall’art. 21, “Schema nazionale volontario per la valutazione e la comunicazione dell’impronta ambientale”, in particolare dal comma 4 relativo all’adozione del Piano d’azione  nazionale  in  materia  di  consumo e produzione sostenibili (PAN SCP), Legge 28 dicembre 2015, n. 221, “Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali”.
  • Decisori politici che, attraverso studi di LCA di scenario basati su dati nazionali, possono acquisire informazioni utili a sostenere ed elaborare politiche pubbliche per la gestione e lo sviluppo del territorio.
  • Imprese e consulenti che possono utilizzare i dati della banca dati per:
    • effettuare studi di LCA per migliorare l’impatto ambientale dei prodotti, riducendo i consumi e le emissioni e promuovendo azioni di recupero e riuso in un’ottica di economia circolare ed eco-progettazione;
    • acquisire etichette/certificazioni ambientali come EPD, Carbon Footprint, PEF, Made Green in Italy per aumentare la competitività di prodotti e servizi sul mercato e promuoverne la diffusione.
  • Enti di ricerca/Università per l’utilizzo della metodologia LCA nelle attività di ricerca e sviluppo e nel campo della didattica.

Le fasi di sviluppo della banca dati all’interno del progetto:

LE FASI DI SVILUPPO DELLA BANCA DATI ALL’INTERNO DEL PROGETTO

FilIiera pilota

Banca dati italiana dei fattori di Emissione, BDI-EF

Il progetto Arcadia sta ampliando e aggiornando  gli strumenti sviluppati dal progetto Life Clim’Foot (www.climfoot-project.eu/en) per calcolare la carbon footprint di organizzazione (CFO) e per lo sviluppo di strategie e politiche finalizzate alla mitigazione della stessa. Tali strumenti sono rivolti ai decisori politici nella definizione delle politiche pubbliche per la decarbonizzazione e alle organizzazioni pubbliche e private per sviluppare azioni rivolte alla riduzione dell'impronta di carbonio.

La BDI-EF è di supporto allo sviluppo degli studi di Carbon Footprint di Oganizzazione (CFO) e i settori coperti sono la produzione di energia, l'uso e la perdita di fluidi refrigeranti, il trasporto merci e passeggeri, il trattamento dei rifiuti e l'acquisto di beni quali prodotti agricoli, prodotti chimici, vetro, cartone, metalli, ecc..

In particolare il progetto Arcadia incrementerà la BDI-EF con i risultati degli studi di filiera. Inoltre questi nuovi FE verranno inseriti nello strumento di calcolo della CFO sviluppato all’interno del progetto Clim’Foot, nell’ottica di ampliare gli strumenti a disposizione della PA per promuover politiche di circolarità.

Per approfondimenti sullo strumento di calcolo della CFO sono disponibili dei corsi di formazione on-line in inglese: www.climfoot-project.eu/en/content/calculation e le presentazione usate per il corso di formazione fatto alle organizzazioni in italiano: www.climfoot-project.eu/en/training-onsite-italy
Contatto: Erika Mancuso ()

Carbon footprint di organizzazione

Misura l’ammontare delle emissioni di gas ad effetto serra causate direttamente o indirettamente da un’organizzazione rispetto ad un periodo di riferimento. Gli standard di riferimento sono:

  • Greenhouse Gas Protocol: Standard e linee guida per contabilizzazione e rendicontazione dei gas serra delle organizzazioni (World Resource Institute, WBCSD);
  • UNI ISO 14064: Standard per quantificare e rendicontare a livello di organizzazione le emissioni di gas serra e le loro rimozioni (International Standard Organization).
PON Governance e capacità istituzionale

Il Programma Operativo Nazionale Governance e Capacità Istituzionale è uno degli strumenti della politica di coesione 2014-2020 finanziati dall’Unione europea attraverso i Fondi Strutturali e di Investimento Europei - Fondi SIE.

feedback